ABOUT

Sono un archeologo appassionato ai temi della valorizzazione, della diffusione dei contenuti storici dei nostri Beni Culturali, attraverso metodi moderni che portino la Cultura alla gente. Sono iscritto all'elenco nazionale dei professionisti per i Beni Culturali del MIBACT come archeologo 1a fascia al numero 43. Mi occupo di valorizzazione scrivendo progetti che rendano fruibili e contestualizzati gli apporti di ogni conoscenza materiale. Progetto percorsi multimediali e sistemi di diffusione dei risultati scientifici provenienti dallo studio di siti di rilevanza storica. La mia attenzione si concentra soprattutto sugli ambienti costieri e marini, con approfondimenti sui temi del commercio e della navigazione antica. Laureato in Archeologia, curriculum tardo antico e medievale, all'Università di Sassari con una tesi dal titolo: "L’Archeologia subacquea di alto fondale, evoluzione delle metodologie di indagine e nuove prospettive nell'archeologia subacquea oltre i 50 metri di profondità con una votazione di 110/110 e lode. Ho conseguito il dottorato di ricerca in Archeologia alla scuola di dottorato in Storia, Letterature e Culture del Mediterraneo dell'Università di Sassari con una tesi dal titolo: "Evoluzione del paesaggio costiero nella Sardegna nord occidentale: Bosa e il suo fiume. Metodi avanzati di indagine." Sono iscritto all'elenco regionale RAS Sardegna delle guide turistiche al numero 905; sono Course Director PSS (Valutatore nei corsi per istruttori subacquei) e OTS (Operatore Tecnico Subacqueo). Dalla primavera del 2017 ricopro la carica di Presidente di ANA Sardegna Associazione Nazionale Archeologi.
 
Ho lavorato in prospezioni e scavi archeologici a Neapolis (estate 2005) a Santa Maria di Nabui-Guspini (VS) sotto la direzione della prof.ssa Elisabetta Garau; indagini e prospezioni subacquee nella baia di Su Pallosu (estate 2005) in marina di San Vero Milis (OR) sotto la direzione dei proff. Pier Giorgio Spanu e Raimondo Zucca; indagini e prospezioni subacquee nella baia di Su Pallosu (estate 2006) in marina di San Vero Milis (OR) sotto la direzione dei proff. Pier Giorgio Spanu e Raimondo Zucca; indagini e scavi subacquei sul relitto denominato Mandriola A nella baia di porto Mandriola (estate 2006) in marina di San Vero Milis (OR) sotto la direzione dei proff. Pier Giorgio Spanu e Raimondo Zucca; indagini e prospezioni subacquee nel golfo di Oristano (estate 2007) nella zona denominata Mare morto, San Giovanni di Sinis-Cabras (OR) sotto la direzione dei proff. Pier Giorgio Spanu e Raimondo Zucca; indagini e prospezioni subacquee nel golfo di Oristano (estate 2008) nella zona denominata Mare morto, San Giovanni di Sinis-Cabras (OR) sotto la direzione dei proff. Pier Giorgio Spanu e Raimondo Zucca; scavi terrestri nell'area adiacente alla basilica paleocristiana di San Giovanni di Sinis (estate 2009) San Giovanni di Sinis-Cabras (OR) sotto la direzione dei proff. Pier Giorgio Spanu e Raimondo Zucca. Nel febbraio 2007 ho svolto nel porto di Porto Torres (SS), per conto della impresa Sini di Sassari, un lavoro di rilievo e disegno subacqueo relativo a un molo sabaudo risalente al XVIII secolo, messo in luce durante i lavori di rifacimento del molo Tirrenia. Negli inverni 2009/2010, 2010/2011 2011/2012 e 2012/2013 ho tenuto diversi seminari sulle tematiche dell'Archeologia subacquea in alto fondale rivolti agli allievi del Corso di Laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali, curriculum in Archeologia subacquea, dell'Università di Sassari, sede gemmata di Oristano, agli allievi del corso di specializzazione in archeologia subacquea e dei paesaggi costieri dell'Università di Sassari nella sede di Oristano, agli allievi dei corsi di specializzazione in Archeologia dell'Università di Cagliari, sulle tecnologie disponibili per la ricerca a quote di profondità maggiori dei 50 metri; alle scuole e ai clubs subacquei con lo scopo di sensibilizzare i frequentatori del mare sui problemi riguardanti il contesto di deposizione e la salvaguardia del sito. Ho conseguentemente organizzato e condotto nel settembre del 2010 e nel settembre del 2011 due summers school di introduzione all'uso delle tecniche di indagine e scavo subacqueo. Nell'ottobre 2010 ho condiretto con la dott.ssa Emanuela Solinas le prospezioni subacquee degli allievi del Corso triennale in Scienze dei Beni Culturali, curriculum di Archeologia subacquea dell'Università di Sassari, sede di Oristano, nelle acque del golfo di Su Pallosu nella marina di San Vero Milis (OR), con indagini geomorfologiche e prospezioni archeologiche. Nel maggio 2011 ho diretto le attività addestrative in acqua degli allievi del corso di specializzazione in archeologia subacquea e dei paesaggi costieri dell'Università di Sassari in corso nella sede di Oristano. Nell'estate del 2011 ho preso parte agli scavi di Cala Tramontana di Pantelleria, contribuendo al ritrovamento del tesoro di 3000 monete puniche. Nella primavera del 2013 ho diretto il saggio di scavo a Bosa in località Littala, nell'ambito della ricerca sulla ricostruzione del paleoambiente costiero della cittadina sarda. Attualmente mi occupo di indagini di archeologia preventiva in tutto il territorio nazionale e progettazione di percorsi di valorizzazione storico culturali per conto di Comuni ed Enti pubblici.

 

.